Alimentazione, La cucina "bruciagrassi"

La cucina “bruciagrassi” (4°puntata)

Latte e Yogurt sono due importanti fonti di calcio a elevato valore biologico. In particolar modo, lo yogurt, con caratteristiche organolettiche simili al latte, per la sua consistenza e il suo sapore, è ideale per la preparazione di salse e intingoli light. Vediamo come.

Latte animale o vegetale?

Si è sempre detto che il latte è un alimento quasi completo ed è un importante fonte di calcio, minerale fondamentale per tenere lontane malattie come l’osteoporosi. Ma negli ultimi anni, studi scientifici, hanno dimostrato che quello “vaccino”, per una buona parte della popolazione, può essere addirittura nocivo. Ecco perchè una valida alternativa è rappresentata da quelli di origine vegetale. Eccone i vantaggi:

  • Niente lattosio, grassi saturi e colesterolo;
  • Grassi “buoni” e fibre vegetali;
  • Vitamine del gruppo B;
  • Minor impatto ambientale

Il latte di Soia, quello di Riso e quello di Mandorla, sono quelli più usati, ma in commercio ne esistono davvero di tutti i tipi. Basta scegliere quello più vicino ai proprio gusti. Quello di Soia, è molto ricco in proteine (in qualità e quantità quasi simili a quello vaccino) e di acidi grassi Omega-3. Il basso contenuto in zuccheri lo rende idoneo alle diete a controllo del carico glicemico (sportivi e diabetici). Il latte di Riso è fra i più leggeri e dolci. Poco ricco in proteine, si trova molto spesso nel mix Riso-Mandorle. Essendo molto dolce, è poco indicato nelle diete a controllo del carico glicemico. Va quindi consumato con moderazione. Quello di Mandorla, infine, è uno dei più ricchi in micronutrienti e grassi buoni ed è spesso scelto da vegetariani e vegani. Contiene molte vitamine e poche calorie ma bisogna stare molto attenti all’etichetta. Non comprate mai quello con zuccheri aggiunti.

Poichè il latte vaccino provoca irritazioni all’intestino, coliti e altri disturbi gastrointestinali, il mio consiglio è quello di ridurre al minimo quello animale e di aumentare il consumo di quello vegetale. Il vostro corpo vi ringrazierà. Per non perdere completamente la capacità di digerire alimenti contenenti il lattosio però, potete consumare (in maniera moderata) yogurt e formaggi che hanno un contenuto molto basso di questo elemento.

Yogurt: meglio quello greco

Composto al 90% di acqua, è un alimento leggerissimo: un 1 kg. di yogurt contiene solo 360 calorie, più o meno come 100 g. di mozzarella. Tra quelli in commercio, consiglio quello greco per il maggior quantitativo di nutrienti, proteine e la minore presenza di zuccheri (il Fage 2% è il migliore per rapporto carboidrati/proteine/grassi). I suoi fermenti lattici lo rendono molto più digeribile del latte vaccino e il calcio di cui è ricco viene assorbito meglio dall’organismo, grazie all’azione combinata di lattosio e acido lattico, prodotto dalla fermentazione. A colazione, l’abbinamento dello yogurt con i cereali integrali (privi di zuccheri aggiunti) è perfetto per la regolarizzazione della motilità intestinale.

E tu? Che latte bevi? Che yogurt preferisci? Fammelo sapere sui miei social.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...