Alimentazione

Danni e benefici del caffè

Sfatiamo alcuni miti su caffè e caffeina. Vediamo di seguito in quali condizioni sono sconsigliabili e perchè.

Gli effetti della caffeina sono molto conosciuti. La caffeina determina un leggero aumento della pressione arteriosa, eccitabilità, insonnia, tachicardia, aumenta la secrezione gastrica (da evitare quindi in caso di ulcera o gastrite), provoca un aumento della diuresi e del metabolismo basale.

E’ stata inoltre osservata una stretta correlazione tra consumo di caffè e aumento del tasso del colesterolo totale; non esistono invece prove concrete di correlazione tra caffeina e cancro. Dato che la caffeina viene trasmetta con il latte materno è bene evitare di consumarla durante l’allattamento. Alcune sostanze presenti nel tè e nel caffè e nelle bevande contenenti caffeina possono interferire con l’assorbimento del ferro.

Caffè e caffeina non provocano osteoporosi, ma le donne che consumano forti quantità di caffè, tè e bevande con caffeina invece del latte possono avere un livello di rischio più elevato nei riguardi di tale patologia. La caffeina rilassa la valvola che si trova fra la parte bassa dell’esofago e lo stomaco. E’ bene quindi fare attenzione nel caso di ernia iatale. Inoltre caffè, tè e bevande con caffeina possono aggravare eventuali ulcere provocando un aumento delle secrezioni acide nello stomaco (vale anche per tutte le bevande decaffeinate).

Nel caso si soffra di bruciori di stomaco o ulcere e non si intenda smettere di bere bevande contenenti caffeina è bene cercare almeno di evitarli in associazione ad altri alimenti che possono aggravare la situazione (come arance e pomodori). Attenzione anche all’aggiunta del latte perchè si peggiora solo la situazione (l’associazione di caffè e latte stimola la secrezione degli acidi).

La caffeina incrementa il flusso sanguigno nei reni quindi agisce anche come diuretico favorendo la minzione. Può anche stimolare la defecazione.

Il caffè è comunque sconsigliato:

  • A chi soffre di aritmie, ulcera, gastrite, patologie dell’orecchio interno
  • Ai soggetti stressati, ansiosi, eccitabili o che soffrono di insonnia
  • Ai soggetti ipertesi
  • Ai soggetti affetti da ipecolesterolemia.

Nell’individuo sano non ci sono controindicazioni all’assunzione di caffè: attenua la stanchezza, agisce positivamente sul tono muscolare e sull’umore, migliora la concentrazione e il metabolismo.

E tu? Quanti caffè consumi al giorno. Scrivimelo in privato sui miei canali social.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...